Mauro Folci

Artista, docente di Arti Performative e di Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Dalla metà degli anni ‘90 (Luoghi di produzione della cultura, Roma 1996) le opere di Mauro Folci riflettono sulle modalità lavorative contemporanee che si appropriano del linguaggio umano per tramutarlo in lavoro e in merce di scambio. Questi lavori nascono da un’approfondita riflessione sulle varie forme linguistiche della metropoli contemporanea e in particolare a quelle forme che tracciano linee di fuga singolari dal linguaggio produttivo dominante. Linguaggio e lavoro si trovano nella nostra epoca in una congiuntura inedita da cui l’artista è attratto e da cui preleva quel materiale interessante per costruire operazioni stratificate e complesse, e dove la componente di azione processuale e performativa è spesso più presente rispetto a dei veri e propri oggetti compiuti. La domanda che si pone è: in che misura le facoltà come il linguaggio, la memoria, gli affetti e le relazioni in generale siano oggi intercettate e catturate dal capitale e rese strumenti della bioeconomia.

www.maurofolci.it

Archivio

Articoli

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03