Marco Mazzeo

Filosofo, insegna filosofia del linguaggio all’università della Calabria. È stato tra i fondatori della rivista Forme di vita (DeriveApprodi), collabora alle pagine culturali del quotidiano Il manifesto. Nel 2013 ha vinto il premio internazionale Perelman (Bruxelles) per un paper su giuramento e ordalia. Tra i suoi ultimi libri: Le onde del linguaggio. Introduzione alle Ricerche filosofiche di Wittgenstein (Carocci, 2013) e la traduzione di Ambienti animali e ambienti umani di J. von Uexküll (Quodlibet, 2010). Nell’autunno 2016 è prevista l’uscita di una monografia circa il significato etico-politico della nozione di uso in Wittgenstein.

Archivio

Articoli

Saliamo sul ring e rappresentiamo l’odio degli altri Floyd Patterson Propongo di inserire nel novero delle forme della vita pratica contemporanea un candidato meno nobile: il mondo atletico con i suoi gesti innovativi e la sua capacità di produrre storie  Secondo Hannah Arendt, al giorno d’oggi la praxis troverebbe espressione >…

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03