Per Bert Theis

Perché non sono riuscito mai a nuotare ho deciso di volare

p110-111.iac.chaises (2)
Isola Art Centers. Some Hypotheses, serie di foto, Courtesy Federico Bianchi Contemporary Art 2008-2009.

Bert Theis è stato un artista e attivista, fondatore e animatore di Isola Art Center, un centro d’arte comunitario, uno spazio educativo con base a Milano, frequentato da artisti, intellettuali, abitanti e da un ampio pubblico di utenti.

Scomparso un anno fa, per mantenerne viva e approfondire l’eredità artistica , Isola Art Center in collaborazione con FM Centro per l’Arte Contemporanea e NABA Nuova Accademia di Belle Arti organizza una serie di eventi che nell’arco di due giorni, il 10 e l’11 Novembre, vedranno incontri con approfondimenti teorici, esposizioni e possibilità di incontro coinvolgendo tutti coloro che hanno conosciuto Bert.

Per l’occasione OperaViva Magazine pubblica, a partire da oggi, una serie di interventi di approfondimento sulla figura e l’attività di questo artista e filosofo. Il Focus, a cura di Elvira Vannini, si completerà venerdì 10 novembre con l’inizio delle due giornate dedicate a Bert Theis dal titolo Perché non sono riuscito mai a nuotare ho deciso di volare.

La ricerca artistica di Bert Theis, concentrata sul rapporto dialettico tra la produzione spontanea dello spazio e lo spazio dominato della città globale, è stata un punto di riferimento non solo per i tanti studenti che lo hanno seguito e apprezzato ma anche per i colleghi, con cui ha sempre mantenuto un dialogo critico e stimolante. Fare resistenza ai processi di normatività, di regolamentazione e di omogeneizzazione, lasciando aperti degli spiragli alle possibilità e agli imprevisti, ha reso le sue Piattaforme un luogo accessibile collettivamente e disponibile alle pratiche più ordinarie e comuni, un luogo capace di trasformare l’opera d’arte in un dispositivo con valenza filosofica.

L’enorme talento di Bert Theis nell’attivare e moderare le forze e le energie collettive ha dato vita più di dieci anni fa a Isola Art Center (un centro d’arte e comunitario, uno spazio educativo con base a Milano, frequentato da artisti, intellettuali, abitanti e da un ampio pubblico di utenti), la cui attività ci ha permesso di riflettere approfonditamente sulla sfera pubblica contemporanea, sui nuovi modi di abitare e di vivere l’urbano, trasformando il quartiere in un campo di forze, di resistenza, di desideri e di aspirazioni.

È dunque proprio l’isola lo spazio utopico nel quale Bert Theis identificava la riserva delle possibilità, il territorio dove il potenziale non sfruttato può diventare antagonista della produttività a ogni costo: il concetto più prezioso che ha fatto di lui non solo un artista, un attivista, un docente e un amico, ma, come ci piace ricordarlo, soprattutto un grande pedagogo capace di insegnare agli altri lasciando spazio all’azione.

PROGRAMMA

VENERDÌ 10 NOVEMBRE
FM Centro per l’Arte Contemporanea – Sala Carroponte
ore 14-17
Giornata di studi con la partecipazione di Christian Bernard, Piero Gilardi, Hou Hanru, Evelyne Jouanno, Enrico Lunghi, Gerald Raunig, Marco Scotini, Marco Senaldi e Tiziana Villani.

ore 19
Opening Federico Bianchi Contemporary Art
via Carlo Imbonati 12, 20159 Milano
Mostra a cura di Angelo Castucci per Isola Art Center con lavori di artisti delle nuovi generazioni che hanno interagito con Bert Theis nell’ambito dell’esperienza di IAC.

SABATO 11 NOVEMBRE
FM Centro per l’Arte Contemporanea – Sala Carroponte
ore 11-13
Seconda parte e chiusura della giornata di studi
ore 13-17
Pranzo a cura di Isola Pepe Verde con talk, proiezioni, testi e altri contributi di artisti, amici, attivisti, curatori, studiosi e studenti – lista in progress

ore 18
Ri-MAFLOW
via Boccaccio 1, 20090 Trezzano sul Naviglio
Evento conclusivo con inaugurazione della nuova sala conferenze dedicata a Bert Theis presso la fabbrica recuperata RiMaflow

condividi

Print Friendly

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03