Fertilità, desiderio, servitù

Governare la vita della creative class

Marcucci1972fronte0023NPweb
Lucia Marcucci, Come ama, come lavora, 1972collage su cartoncino, cm 70x50

Una campagna di incentivo alla procreazione intitolata ai «giorni della fertilità» riannoda una continuità 2.0 con le parole e le immagini del fascismo. Ci ricorda che il governo della vita è il terreno sul quale il neoliberismo dà il meglio di sé. Ridefinisce una cornice bellica dentro la quale inserire la nuova politica degli affetti promossa da un ministro della Sanità di un governo della sinistra europea. Corpi e desideri scompaiono della scena: gli uni ridotti alla biologia, collocati tra gli investimenti gli altri. Urge riorganizzare la vita al di fuori dal capitale, e dalla sua necrofilia.

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03