Chi siamo

Che cos’è OperaViva? OperaViva è una rivista online, una collana di libri e di film. Un progetto che si occupa di passioni, perché sono le passioni, i sentimenti e gli affetti le risorse del lavoro quando è l’anima stessa a essere messa al lavoro. OperaViva è una rivista che si occupa di sensibile e della sua rivoluzione. Perché non c’è rivoluzione possibile se non a partire dalla qualità della vita collettiva e di ciascuno di noi. Reddito e cooperazione non vanno senza un comune del sensibile.

Filosofia, arte e politica, perché il paradigma artista è forse quello che meglio esprime la natura contemporanea del lavoro diffuso. OperaViva vuole rispondere a una sete di felicità diffusa, una sete che esige una nuova forma politica della vita individuale e collettiva. Perché chi ha sete non si accontenti di una qualunque bibita gassata a buon mercato ma solo di un vino unico e sorprendente, come suggeriva Edoardo Sanguineti quando scriveva: «il paradiso è chiavare nel sole, forse, pieni di Saint-Emilion» (Postkarten).

La felicità è di particolare importanza in un’epoca in cui il neoliberismo riesce a mettere straordinariamente a valore le passioni tristi, e strategica diventa una critica della vita quotidiana che si faccia critica delle forme di vita, degli spazi, delle relazioni amicali e amorose, di quegli affetti e quelle passioni che contengono una straordinaria potenza sovversiva se sottratti alla cattura e alla valorizzazione neoliberista e rovesciate sulla superficie del comune.

OperaViva riannoda con la critica. Con quella tradizione del pensiero e della pratica che è interrogazione del giudizio, della facoltà e degli strumenti di analisi. Respinge gli esperti e non sa che farsene dei saperi determinati dalle professioni, vecchie e nuove, dalle divisioni disciplinari e dagli innumerevoli dispositivi autoriali che popolono l’industria culturale.

L’opera è viva perché ora, davvero, di continuare a morire non ne vogliamo sapere più. 

OperaViva opera sull’immaginario, perché oggi più che mai la lotta di classe si combatte, anche, sul piano materiale dell’immagine, e diventa decisiva la capacità di suscitare e organizzare un immaginario non pacificato contro ogni retorica della sconfitta e della rassegnazione.

OperaViva è un’arte del possibile, un’opera in lotta, una ginestra piantata nelle rivoluzioni materiali. L’opera è viva perché ora, davvero, di continuare a morire non ne vogliamo sapere più.

Coordinamento editoriale: Ilaria Bussoni / Nicolas Martino
OperaViva Magazine – ISSN 2531-4866
Redazione: via Francesco Paciotti 2 – 00176 Roma
Contatti: redazione@operaviva.info – info@operaviva.info

 

Claire Fontaine, Ma l'amor mio non muore - Foto di Maurizio Esposito.
Claire Fontaine, Ma l’amor mio non muore – Foto di Maurizio Esposito.

Newsletter

Per essere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter

al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlg 196/03